Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie.

Menu
Loading…
  • 0
  • 1

Scirocco 2016 - Festival di cinema, musica e contaminazione delle arti

12|08
Liber Cafè, Piazza Dante, Trento

Antonio Bertoni (contrabbasso, elettronica) musica Häxan – Caccia alle streghe, di Benjamin Christensen, Svezia 1922, 105’. Venerdì 12 agosto, ore 21, €5.

Antonio Bertoni (contrabass, electronica) scores Häxan – Witch Hunt, by Benjamin Christensen, Sweden 1922, 105’. Friday, 12 August, 9PM, €5.

Il capolavoro di Benjamin Christensen, Häxan - La stregoneria attraverso i secoli, musicato dal vivo da Antonio Bertoni nella suggestiva cornice di Piazza Dante, Trento. Il film di Christensen (1922) è un incontro goloso e sconcertante, in cui l'angolazione scientifica è il pretesto per un divertissement di ubriachezza, lussuria e superstizione: la cattura della strega mangiona, il sabba dei diavoli tra fumi e i rami contorti, il volo delle megere, l'unzione della fanciulla, gli amori satireschi, il ballo delle suore tentate. Il tutto accompagnato dal contrabbasso e dalle elaborazioni elettroniche di Antonio Bertoni. Un incredibile satira delle deliranti cacce alle streghe di ieri e di oggi. A Piazza Dante, venerdì 12 agosto ore 21.

Per il prossimo appuntamento con la sua ventata di musica, cinema, e contaminazione delle arti, il Festival Scirocco si sposta verso cornici più cittadine, ma anche verso la musicazione di un film sul lato “misterioso” del cinema: l'appuntamento di venerdì 12 agosto a partire dalle 21.00 è infatti presso la palazzina in stile liberty di LiberCafé (piazza Dante, Trento), e vedrà la sonorizzazione dal vivo del film Häxan – La stregoneria attraverso i secoli grazie alla musica elettronica e al contrabbasso di Antonio Bertoni.

Girato da Benjamin Christensen nel 1922, Häxan – Caccia alle streghe (105'), è il particolarissimo film che diede popolarità al regista svedese sia per il suo impianto visivo che per il tema affrontato. Il film racconta infatti – talvolta con tono documentaristico e altre fortemente espressionistico – sette storie legate alla stregoneria e alla magia, che comprendono un periodo storico che va dal Medioevo al diciottesimo secolo. Il critico cinematografico e regista Francesco Savio parla di Häxan – Caccia alle streghe in questi termini: «Il film di Christensen segna, per chi lo veda la prima volta, un incontro goloso e sconcertante. Ubriachezza lussuria sporcizia superstizione vi si fan beffe di un'umanità degradata e deforme; l'angolazione scientifica è appena il pretesto per un divertissement, godibilmente sordido, laido e sbracato: la cattura della strega mangiona, il sabba dei diavoli tra il fumo e i rami contorti, il volo delle megere, l'unzione della fanciulla, gli amori satireschi, le donne sui pitali, il ballo delle suore tentate. Cenci e tonache, filtri e amuleti: l'atto di accusa ai tribunali ecclesiastici passa in seconda linea di fronte al losco puntiglio di un inventario crudo e minuzioso, vittorughiano» (Visione privata, Roma, Bulzoni, 1972).

L'appuntamento nel parco del LiberCafé di piazza Dante con le musiche di Antonio Bertoni e la visione del film di Christensen, di venerdì 12 agosto a partire dalle 21 si terrà anche in caso di pioggia. Si tratta del sesto degli otto appuntamenti con Scirocco 2016, il Festival di contaminazione della arti, che proseguirà ancora con la performance video-musicale di Angel Esteban, Bruno Praena e Luca Vianini al Forte delle Benne di Levico (17 agosto), mentre l'evento conclusivo si terrà il 26 agosto al Bar Blue Caffè di Caldonazzo, con la proiezione del film Bloed, zweet & tranen, incentrato su André Hazes, il più celebre cantante folk che l’Olanda abbia conosciuto.